Documenti › Castello

Rinuncia. Bannio Anzino, 1250 Giugno 8

Pietro "Crolamons" di Castello rinuncia in favore del Conte Gotofredo del fu Conte Gozio di Biandrate al "districtus", alla "iurisdictio" e a ogni altro diritto da lui esercitato sugli uomini della Valle Anzasca. [Ester Bucchi De Giuli]

Informazioni
Originale. Sion, Archives du Chapitre
Lingua: Latino

Pubblicazioni
T. BERTAMINI, Storia di Macugnaga, Macugnaga 2005, pp. 13-14.

Note
Al documento segue, sulla stessa pergamena, il giuramento di fedeltà degli uomini della valle Anzasca in favore del Conte Gotofredo di Biandrate.

Vendita. Naters, 1257 Febbraio 25

Guglielmo di Castello-Mörel vende a Jocelino di Castello, visdomino di Sion, tutti gli uomini da lui posseduti nella valle di Simplon al prezzo di venticinque lire mauriziane. [Prof. Enrico Rizzi]

Informazioni
Originale. Sion, Archives du Chapitre - Fondo Valère
Supporto: In frammento di registro notarile |

Pubblicazioni
J. GREMAUD, Documents relatifs à l’histoire du Vallais publiés per la Société d’Histoire de la Suisse Romande, II, Lausanne 1876, p. 638.
E. RIZZI, Storia dei Walser dell'ovest. Vallese, Piemonte, Cantone Ticino, Valle d'Aosta, Savoia, Oberland Bernese, Anzola d'Ossola 2004, p. 84 (regesto).

Rivendica. Sion, 1291 Giugno 1

Jocelino figlio di Gotofredo conte di Biandrate rivendica, in virtù del diritto di rivalsa, la signoria della valle di Simplon che Bonifacio, vescovo di Sion, ha acquistato da Marzone di Castello. [Prof. Enrico Rizzi]

Informazioni
Originale. Sion, Archives du Chapitre - Fondo Valère
Supporto: Pergamena | Lingua: Latino

Pubblicazioni
J. GREMAUD, Documents relatifs à l’histoire du Vallais publiés per la Société d’Histoire de la Suisse Romande, II, Lausanne 1876, p. 1020.
E. RIZZI, Storia dei Walser dell'ovest. Vallese, Piemonte, Cantone Ticino, Valle d'Aosta, Savoia, Oberland Bernese, Anzola d'Ossola 2004, p. 84 (regesto).

Note
Jocelino di Biandrate si avvale del diritto di rivalsa ereditaria allo scopo di inficiare la vendita di cento coloni - insediati nel versante meridionale del passo, in varie località tra Verzo e Simplon-Dorf - effettuata dallo zio Marzone di Castello, coerede di Jocelino, in favore del vescovo di Sion.