Canti della tradizione orale

« precedente | indice | successivo »

Schtan f d fl Jegr

Schtan f d fl Jegr,
di Sunna schint uber di Brga
un scht scho lang der Tag
un scht scho lang der Tag.

Di Gemscha fart un schpringt,
das Wasser lift un kschprtzt,
w scht doch hpschi t Wld.

Schtan f...

Wen d, Jegr, schlafscht,
dsch Sach chanscht nit ksee:
schtan f un gang dr t Brga.

Schtan f...

Alzati, pigro cacciatore

Alzati pigro cacciatore,
il sole appare oltre le montagne
e gi da tempo giorno
e gi da tempo giorno.

Il camoscio corre e salta,
l'acqua scorre e spruzza,
oh com' bello il mondo.

Alzati...

Se tu, cacciatore, dormi,
queste cose non le potrai vedere:
alzati, e attraversa le montagne.

Alzati...

Informazioni

Get the Flash Player to see this player.

scarica pdf

Luogo di raccolta: Formazza (fraz. Brendo)
Informatore: Anna Maria Bacher
Esecutore: Anna Maria Bacher, Gian Luigi Bucchi De Giuli, Gruppo Walserverein Pomatt
Data: 1997
Tonalità alla fonte: Si magg.
Trascrizione musicale: Luca Bonavia
Trascrizione letteraria: Anna Maria Bacher
Traduzione: Luca Bonavia

Note
Un chiaro riferimento alla vicenda del "pigro cacciatore" si trova nel Folklore di Formazza di Aristide Baragiola, a
pp.51/53 (nella nuova edizione a p.63) "Da Wollte ein Jegr ga jagen", dove nella prima strofa si legge "Schteh' auf,
du fauler Jeger / Die Sonne scheint ber die Berge / Un ischt scho lang der Tag. / Ja, ja, un ischt scho lang der Tag.".
Interessanti sono inoltre le varianti riportate dal Baragiola, citate da Tobler e Ruckstuhl, sempre inerenti la vicenda del
cacciatore e del suo improvviso risveglio.