Canti della tradizione orale

« precedente | indice | successivo »

I gan wòl bei deri Nach

I gan wòl bei deri Nach
bei deri Nach wè fiischter ìschs.
Schnääderi bèlla di jup jup jup
schtaa mer üf und laas mi iin.

Äs schlaad mi zèm Pfeischterli üs
i chùmi uf ne Schtei
han gìbròcche zwei Rìppinibei
ùn tèrzöö das Aggschelbei.

Ii itzigi götù Nacht
dir chùm i nìmmermìe.

Vado per la notte felice e contento

Vado per la notte felice e contento,
per la notte, quando è quando è buio.
Bella, mia bella, jup jup jup,
alzati e lasciami entrare.

Lei mi butta giù dalla finestra
e cado sopra a una pietra
mi rompo due costole
e anche la clavicola.

Oh, ti auguro la buona notte
e non tornerò mai più da te.

Informazioni

Get the Flash Player to see this player.

scarica pdf

Luogo di raccolta: Macugnaga
Informatore: Max Waibel
Esecutore: Maria Reich
Data: 1977
Tonalità alla fonte: Mi magg.
Trascrizione musicale: Luca Bonavia
Trascrizione letteraria: Max Waibel
Traduzione: Luca Bonavia

Note
- Cfr. Waibel, n. 484, pag. 197, "I gan wòl bei deri Nach";
- Cfr. Balmer, pag. 44, "Ich ging emale bei der Nacht" e "Ich ging wohl bei der Nacht", acquisiti ad Alagna.