Bibliografia

Kronig Daniel 1999
Ried bei Zermatt., contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, , Visp, 1999

La Rosée Silke 2005
Walser Recht ennetbirgen, Ein Beitrag zu Ursprung und Verlaufsbedingungen der Walserwanderungen Teil I: Macugnaga, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, 2005

note: 1a parte

La Rosée Silke 2006
Walser Recht ennetbirgen, Ein Beitrag zu Ursprung und Verlaufsbedingungen der Walserwanderungen, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 1, Visp, 2006

note: 2a parte

Lathion Lucien 1961
Théodore d'Octodure et les origines chrétiennes du Valais, Lausanne,

Lehner Karl 1974
Zermatter Dialekt, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 1, Visp, 1974

Lehner Karl 1976
Bilder aus der Walser Urheimat/Zermatt, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 1, Visp, Giugno 1976

Lehner Karl 1966
St. Theodul im Oberwallis, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, Novembre 1966

In accordo con i vescovi di Sitten e Aosta, venne affidato ad un artista della Valtournanche il compito di realizzare una statua dedicata a San Teodulo, la quale venne collocata in una nicchia, il 26 luglio del 1965 dove venne innaugurata. Leggenda su San Teodulo che determinò l'assegnazione del suo nome all' Augstpass. Racconto in dialetto sul Santo protettore dei Walser (San Teodulo).

Lerjen-Sarbach Bernadette 2000
En anneri Faare, alte und neue Texte von Bernadette Lerjen-Sarbach, Visp, A. Henzen, (Visp : NVB Druck), pp. 88

Raccolta di poesie in dialetto tedesco del Vallese.

Liver Peter 1944
Ist Walserrecht Walliser Recht?, contenuto in Bündner Monatsblatt, , Chur, 1944

L’autore nega che il diritto walser sia il diritto vallesano. Secondo la sua opinione si tratta piuttosto di diritto coloniale.

Liver Peter 1944
Ist Walserrecht Walliser Recht?, contenuto in Bündner Monatsblatt, , Chur, 1944

L’autore nega che il diritto walser sia il diritto vallesano. Secondo la sua opinione si tratta piuttosto di diritto coloniale.

Lorez Christian 1967
Die Terminologie des Webstuhls in den deutschsprachigen Teilen des Wallis und Graubündens, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 1, Visp, Novembre 1967

La terminoligia riguardante il telaio e i suoi oggetti varia sia nel Vallese che nei Grigioni. La distinzione si riferisce ai nomi degli oggetti, ma non alla loro funzione. L'autore offre spiegazione di singoli termini e li paragona con le corrispondenti espressioni in uso nelle diverse zone del Cantone dei Grigioni e del Vallese.

Mader Ignaz 1949
Das Tal bei Mühlbach. Ortsnamen und Siedlungsgeschichte, Innsbruck,

Toponimi e cenni di storia relativa all'insediamento.

note: Pubblicazione a cura del Museo Ferdinandeum

Mailänder G. 1923
Verwälschte Walliser-kolonien am Südfuß des Monterosastockes, contenuto in Walliser Volksfreund, , Brig, 1923

Meng Johann Ulrich 1935
Von den Wallisern und Walsern, contenuto in Neue Bündner Zeitung, 31-34, Chur, 1935

Sui Vallesani e sui Walser. Meng descrive la situazione e le condizioni vigenti nella terra d’origine. I motivi dell’emigrazione. Offre campioni di lingua e pone a confronto nomi e cognomi di famiglie tra i Grigioni e il Vorarlberg. Analogie e confronti per quanto riguarda il sistema economico e la tipologia d’insediamento tra le zone Walser e il Vallese.

Mengis Leo 1979
Das Bäderdorf Leukerbad (Bilder aus der Walser Urheimat), contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, Dicembre 1979

Moor-Jankowski Jan K. 1954
Übersichtskarte "Régions colonisées par les Walser", contenuto in Journal de Génétique humaine, 3, 1954

Cartina panoramica sugli insediamenti walser e le migrazioni dei Walser dal Vallese, Piemonte, Ticino, Grigioni, Sarganserland (Cantone di San Gallo), il Principato del Liechtenstein, Vorarlberg e il Tirolo con distinzione tra le località walser "pure" e quelle invece che sono state colonizzate dai Walser o di presunta origine-walser.

note: Si tratta di una cartina su scala: 1: 500 000 contenuta nell'articolo: La préponderance du groupe sanguin 0 et du facteur rhésus négatif chez les Walser de la Suisse a sua volta riportato nella rivista sotto indicata.

Mor C.G. 1960
Un caso di applicazione del diritto vallesano a sud delle Alpi, Bologna,

Moroni Daria 1994/1995
Gli insediamenti Walser in Val Vogna. Proposta di un piano di tutela, conservazione e recupero,

note: Tesi di laurea, Milano, Politecnico, 1994/95. Relatore Maurizio Boriani.

Morotti Chiara 2002
Territorio ed insediamenti walser tra Valsesia e Vallese : il caso della Valle Vogna, pp. 157

note: Tesi di laurea, Torino, Politecnico, 2002. Relatore Vittorio Defabiani.

Moulton William G. 1941
Swiss german dialect and romance patois, contenuto in Journal of the linguistic society of America, 4, New York, 1941

A p. 27 l'autore affronta la tematica della germanizzazione dell'Alto Vallese, basandosi sulle tesi sostenute da Bohnenberger e da Zimmerli, offre in seguito una descrizione generale del dialetto tedesco-vallesano presentando le sue peculiarità linguistiche nelle pp. 38-46.

note: Tesi discussa presso l'Università di Yale ed edita in un supplemento di linguistica del giornale qui indicato.

Müller Iso 1958
Zur Besiedelung der Gotthard-Täler, contenuto in Geschichtsfreund, , 1958

P.11: immigrazione dei Walser verso Ursern. Relazioni tra il Goms ed Ursern a partire dal XII secolo.

note: verificare se rivista

Niederer Arnold 1986
La casa rurale nell'Alto Vallese alpino, Fondazione Enrico Monti, pp. 113-126

Niederer Arnold 1956
Gemeinwerk im Wallis. Bäuerliche Gemeinschaftsarbeit in Vergangenheit und Gegenwart, Basel,

Lavoro comunitario nel Vallese. Pratiche di lavoro contadine e comunitarie nel passato e nel presente.

note: 37 v., 2 edizione 1965.

Oetinger Tita, Von 1964-1970
Walserbrief. Mitteilungen der Internationalen Walservereinigung, Saas-Fee,

Fascicolo informativo sulle attività svolte dalla Internationale Walservereinigung. Il primo numero risale al 1964, mentre il sesantesimo numero esce nel 1970.

Oetinger Tita, Von 1963
Wie ich meine Walser fand und lieben lernte, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, 1963

Impressioni e ricordi personali dell'autrice connessi alle sue visite effettuate presso gli insediamenti walser del Vallese, del Vorarlberg e nelle località walser intorno al Monte Rosa. Nel 1937 l'autrice visita per la prima volta il Vallese, è affascinata dal paesaggio (la vista della cima del Matterhorn a Zermatt) e dalle persone che incontra. In seguito Tita si reca nel Kleinwalsertal, parole entusiaste per il costume walser locale oltre che per l'ambiente e la gente che ha occasione di conoscere.

Oetinger Tita, Von 1970
Dank an di Walser, das Wallis und Saas-Fee, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 1, Visp, 1970

L’autrice, eccellente fotografa, ringrazia i walser per la loro preziosa collaborazione e conoscenza. Rivela poi l’obbiettivo che si era posta nella realizzazione delle due raccolte fotografiche: «Das Wallis und die Walser» e «Täler und Menschen um den Monte Rosa» vale a dire: permettere al patrimonio culturale dei Walser di fuoriuscire da una condizione di isolamento e offrire così la possibilità alle popolazioni walser di conoscere reciprocamente le proprie valli, usi e costumi, insediamenti per far si che esse possano sentirsi nuovamente unite. Da ciò nacque la prima giornata di studio dedicata ai Walser 7-14 settembre 1962 a Saas-Fee dove emerse anche l'idea della rivista «Wir Walser».

Omlin E. 1984
Die Geistlichen Obwaldens vom 13 Jahrhunder bis zur Gegenwart, Sarnen, Verl. des Historisch-Antiquarischen Vereins Obwalden, pp. 675

Il volume narra il passaggio di alcuni sacerdoti attraverso il Passo del Gries per recarsi in Vallese.

Patscheider Richard 1967
Vom Oberrhein zum Etschquellraum. Ahnengeschlechter der Rhätischen Paßlandschaft, München,

Contributo relativo allo studio dei confini della Svizzera orientale - Tirolo. Circa 1300-1800. Posizione delle famiglie Patscheider nell'area walser con un riassunto delle fonti. Incontro fra coloni antichi e più recenti provenienti da diversi ceppi linguistici. P.20 e sg., p. 40 e sg. viene affrontata la tematica relativa ai walser immigrati dai Grigioni nel Vintschgau in particolare a Laatsch, p.29 e 46 sg. nomi walser nel Vintschgau, le pp. 50 sg. e 63 trattano dei Walser nel Piemonte, nei Grigioni e nel Tirolo, p.63 verte sulla differenza tra Walser e Vallesani. P.88 e sg. sull'immigrazione dei Walser nel Vorarlberg e relativo allontanamento, (posizione marginale), di coloro che si erano insediati precedentemente.

note: inserire parole chiave: svizzera

Pauser Franz 1939
Völker und Staaten am Montblanc, contenuto in Veröffentlichungen der Hochschule für Politik, 4, Berlin, 1939

Popoli e forme di governo sul Monte Bianco. Con tavole e 19 carte. Situazione geopolitica e geografica del Vallese e delle colonie walser meridionali, confini linguistici, le aree linguistiche nelle Alpi, movimento demografico nel Vallese e relativa situazione linguistica risalente al 1930, problemi di germanizzazione del Vallese, breve compendio di storia intorno all’area del Monte Bianco. Colonizzazione dei Walser nell'area meridionale del Vallese, il mutamento strutturale porta ad un progressivo spopolamento e ad un abbandono degli insediamenti nello spazio alpino. Strade e vie di circolazione nell'aerea alpina occidentale, 36 fotografie relative alle tipologie di insediamento, confine linguistico e tipologie etniche. Bibliografia con 216 titoli.

Perrin J.C. 1968
Franchises Statuts et Ordonnances des seigneuries de Vallaise et d'Arnad, Aosta,