Bibliografia

Alby Irene 2004
Issime - Eischeme. Comunità walser della Val d'Aosta, pp. 59-74

note: .

Alessi Anghini Alberto 1971
A Formazza. Edizione critica degli Statuti concessi alla valle da Gian Galeazzo Sforza nell'anno 1487, Omegna, Expensis Bibl. Cusiani, pp. 36

Raccolta degli statuti storici sulla val Formazza.

note: Edito in 300 esemplari

Alessi Anghini Sergio 1988-1989
Gli statuti di Salecchio in Valle Antigorio del 1588, Torino,

note: Tesi di Laurea-Facoltà di Giurisprudenza di Torino

Aliprandi Giorgio 1992
Ayas nell'antica cartografia della Valle d'Aosta e nelle citazioni e immagini d'epoca (1560-1899), Quart, Musumeci Editore, pp. 128

Raccolta di carte e mappe di varie epoche riguardanti la Valle d'Ayas e la Valle d'Aosta. La prima risale al 1560, ad opera dello svizzero Aegidius Tschudi, la seconda cita Ayas e la Kramerthal, il sentiero dei mercanti. Successivamente troviamo carte delle province piemontesi del 1700, documenti dei Savoia e litografie della catena Breithorn-Lyskamm, infine compendio fotografico sul ghiacciaio di Verra. Ogni tavola, mappa o stampa accompagnata da un breve commento.

Aliprandi Giorgio 1974
Ricordo la Val d'Ayas, Ivrea, Priuli & Verlucca, pp. 78

Raccolta di racconti sulla val d'Ayas.

Aliprandi Giorgio 1974
Le grandi Alpi nella cartografia dei secoli passati (1482-1865), Ivrea, Priuli & Verlucca, pp. 471

Lo studio illustra le tappe dell'evoluzione della cartografia alpina e gli aspetti naturalistici, politici, religiosi, economici e militari che hanno caratterizzato le Alpi tra il 1482 e il 1885.

Aliprandi Laura 1992
Ayas nell'antica cartografia della Valle d'Aosta e nelle citazioni e immagini d'epoca (1560-1899), Quart, Musumeci Editore, pp. 128

Raccolta di carte e mappe di varie epoche riguardanti la Valle d'Ayas e la Valle d'Aosta. La prima risale al 1560, ad opera dello svizzero Aegidius Tschudi, la seconda cita Ayas e la Kramerthal, il sentiero dei mercanti. Successivamente troviamo carte delle province piemontesi del 1700, documenti dei Savoia e litografie della catena Breithorn-Lyskamm, infine compendio fotografico sul ghiacciaio di Verra. Ogni tavola, mappa o stampa accompagnata da un breve commento.

Aliprandi Laura 1974
Ricordo la Val d'Ayas, Ivrea, Priuli & Verlucca, pp. 78

Raccolta di racconti sulla val d'Ayas.

Aliprandi Laura 1974
Le grandi Alpi nella cartografia dei secoli passati (1482-1865), Ivrea, Priuli & Verlucca, pp. 471

Lo studio illustra le tappe dell'evoluzione della cartografia alpina e gli aspetti naturalistici, politici, religiosi, economici e militari che hanno caratterizzato le Alpi tra il 1482 e il 1885.

Allgemeine Geschichtforschende Gesellschaft der Schweiz 1870
Anzeiger für schweizerische Geschichte, Solothurn,

La rivista viene pubblicata a partire dal 1870 dalla Società per la ricerca storica della Svizzera (Allgemeine Geschichtforschende Gesellschaft der Schweiz) (sino al 1920). In precedenza era nota come: Anzeiger für schweizerische Geschichte und Altertumskunde (Zürich) (dal 1855 al 1868). Dal 1921 al 1950 viene edita come: Zeitschrift für schweizerische Geschichte (Zürich). Dal 1951 in poi è nota come: Schweizerische Zeitschrift für Geschichte (Basel) (Verlag Schwabe).

Altan Carlo Tullio 1980
Una comunità walser delle Alpi: Rimella, contenuto in Lo Strona, 3, Valstrona, Francesco Ghezzi, Luglio-Settembre 1980

Ambrosio Serena Maria 1997
L’influenza dei processi di modernizzazione sui rituali walser,

note: Tesi di laurea, Università del Piemonte Orientale, Vercelli, 1997. Relatore prof. Scarduelli.

Amman Hektor 1992
Quelques aspect de l'importation du vin valdôtain en Valais au XVI° siècle, Cuneo, L'arciere,

note: In: Vigne e vini nel Piemonte moderno, 1992

Amman Hektor 1992
L'émigration proche dans les Alpes valaisannes au XV° siècle: l'exemple de Zermatt, contenuto in Vallesia, 47, 1992

Ammann Hektor 1951
Walserwanderungen im Mittelalter, Aarau, Historischer Atlas der Schweiz,

Spostamenti migratori dei Walser nel corso del Medioevo. Una carta geografica, che mostra le diverse aree walser con un breve testo descrittivo a pag. 15. Vengono descritti e raffigurati i territori d’origine dei Walser, così come gli insediamenti esterni continuativi (permanenti), gli insediamenti sparsi e quelli esterni ormai scomparsi.

Anderegg Klaus 1986
Simplon-Dorf und Pass., Simplon, Gemeide Simplon, pp. 332

Il passo del Sempione e il suo villaggio, Simplon Dorf. L'autore descrive dal punto di vista storico i passaggi che hanno portato il Sempione ad avere un ruolo centrale per le comunicazioni europee.

Anderlini Anna 1994
I Walser della Val Formazza: Evoluzione Socio-Economica e Trasformazioni del Paesaggio (tesi di laurea), pp. 223

Tesi volta ad approfondire la relazione tra uomo e ambiente e ad interpretare le caratteristiche del territorio della val Formazza. Analisi dell'ambiente fisico e delle origini storiche. La colonizzazione walser e le mutazioni climatiche, le migrazioni, l'avvento dell'industrializzazione, le testimonianze walser.

note: Tesi di laurea, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano, 1994. Relatore prof. Smiraglia.

Angelillo Gian Mario 2002
E' Rima S. Giuseppe, Borgomanero, Litopress,

Volume sulla comunità walser di Rima.

Anonimo 1965
Lüen, contenuto in Neue Bündner Zeitung, 137, Chur, 1965

Storia relativa allo sviluppo economico di questo insediamento walser a Schanffig.

Anonimo
Davos, contenuto in Davoser Revue, 7/8, 1968

Una visita presso il museo dedicato al paese di Davos.

note: Illustrato

Anonimo 1931
Aus der Chronik einer alten Davoser Famille, contenuto in Davoser Revue, 10, Davos, 1931

Dalla cronaca di un’antica famiglia di Davos. La Famiglia Walser Beeli.

Anonimo 1877
Beitrag zur Geschichte der freien Walser in Graubünden, contenuto in Der freie Rätier, 179, Chur, 1877

Contributo sulla storia dei «liberi Walser» nei Grigioni. Ipotesi acritiche sull’origine di alcune colonie walser dei Grigioni.

note: il presente contributo si può trovare anche in: Neue Alpenpost, 6 v., 1877, Nr. 21, p.241

Anonimo 1812
Beiträge zu einer Topographie von Avers, contenuto in Der neue Sammler. Eine gemeinnützige Wochenschrift für Bünden., , Chur, 1812

Contributi su una topografia di Avers. L’autore è colpito dalla particolare situazione linguistica (p.184): le comunità parlanti lingua tedesca in mezzo a quelle romanze (latine). Riscontra somiglianze con il dialetto e l’abbigliamento degli abitanti del Prättigau (p. 198). L’autore considera inoltre Avers come una «colonia alemanna» risalente all’epoca successiva il 536 (p. 201).

Anonimo 1944
Ils libers Vallesans de Fidaz, contenuto in La casa paterna / Organ dell'Union romontscha renana, 40, Chur, 1944

I liberi Vallesani di Fidaz. Immigrazione e storia dei Walser a Fidaz.

Ansermé Lionelli J. 1951
Quelques épisodes du mandement de Graines sous la règne de Charles Emmanuel I, contenuto in Augusta Praetoria, 4, 1951

Anz 1873
Eine Tour nach dem Kalfeuserhtal, contenuto in Alpenpost. Repertorium der gesamten Alpenkunde, 16, Glarus, 1873

Osservazioni di natura geologica. Descrizione della chiesetta dedicata a San Martino. Riflessioni sulla colonizzazione walser.

note: v.5

Arnold Peter 1984
Der Simplon. Zur Geschichte des Passes und des Dorfes, Brig, Rotten, pp. 277

Il volume tratta della storia del passo e del villaggio di Simplon da diversi punti di vista, privilegiando però gli aspetti autobiografici dell'autore. Numerose fotografie.

Arnold Peter 1974
Testament des Markgrafen von Augustini, contenuto in Blätter aus der Walliser Geschichte, , Brig, 1974

Axerio Giovanna 2006
Storia di Rima - Die Walsergemeinde Rimmu, Anzola d'Ossola, Fondazione Enrico Monti, pp. 223

Volume storico sulla storia e la fondazione di Rima.

Axerio Maria Cecilia 2000
Rima e il suo Territorio. La perla della valsesia tra natura e storia., Novara, Millenia, pp. 110

La questione walser e le tradizioni di Rima. L'autrice approfondisce i temi dell'evoluzione storica, dell'economia, emigrazione, architettura, tradizione e lingua dell'enclave walser valsesiana. In conclusione alcuni dati sulla situazione recente.