Bibliografia

Grabheer Edwin 1923
Das Große Walsertal, contenuto in Heimatkunde von Vorarlberg, , Wien, 1923

Il Grande Walsertal (La grande valle dei Walser) Pp. 67-71: Il Grande Walsertal. Panoramica geografica con indicazione delle località principali, informazioni circa gli abitanti, il costume e le usanze popolari. Pp. 77-79: Il Piccolo Walsertal, paesaggio e abitanti.

Grabherr Josef 1897
Die reichsfreie Herrschaft St. Gerold, contenuto in Jahresbericht des Vorarlberger Museum-Vereins, , 1897

Gross Maurice 1951
Problèmes de colonisation alpestre, contenuto in Annales Valaisannes, 1, Sion, 1951

Pp. 325-346 : Gross offre una risposta alla questione se i Walser abbiano colonizzato la parte superiore della Valle di Trient (Vallese). Razza, lingua, abitudini di vita e caratteristiche giuridiche dei Walser attestano ancora oggi l’immigrazione dei Walser.

Gsteu Hermann 1933
Beiträge zur Anthropogeographie von Vorarlberg, Stuttgart,

Capitolo dedicato alla situazione demografica e alle condizioni d’insediamento sul Tannberg, nel Grande Walsertal e nel Piccolo Walsertal. Pp. 94-96: Das «Walserhaus» nel Vorarlberg come fedele rappresentazione della casa vallesana con «peculiarità di tipo locale» (p.95). Pp. 101-102: costume Walser.

note: 29 v., pp. 79-198

Guntern Josef 1967
Dr. Paul Schoch-Bodmer zum Gedenken, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, 1967

Guntern Josef 1963
Professor Richard Weiß zum Gedenken, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, 1963

Professore di demologia e folclore di Zurigo, il 29 luglio 1962, muore a 55 anni. Stimato professore, la redazione della rivista «Wir Walser » lo ricorda per le sue ricerche condotte in particolare sulle comunità walser dei Grigioni. Esse diventano argomento delle sue lezioni. Il cantone dei Grigioni con i suoi insediamenti walser è meta di viaggi di studio che il professore organizzava a fine semestre con i suoi studenti.

Guntern Josef 1965
Walser Gespräche in Saas-Fee am 5. und 6. Oktober 1965, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, 1965

Professori universitari quali: Dott. Ilg (Innsbruck), Dott. Niederer (Zürich) e Dott. Zinsli (Bern), discutono circa il futuro dello studio e della ricerca sulla tematica dei Walser. Lo studio scientifico degli aspetti folcloristici e le attività di tutela e di salvaguardia del patrimonio folcloristico attraverso il coinvolgimento della popolazione, sono due realtà diverse che devono tuttavia completarsi a vicenda e contribuire una all'altra. Gli studiosi si interrogano inoltre sulla possibile esistenza di altri elementi in comune che possano essere considerati come caratteristiche dei Walser, oltre la lingua. Al termine della discussione giungono al seguente risultato: la lingua è l'elemento di coesione principale ma sussistono altre particolarità che costituiscono la cultura walser e che fanno dei walser un'unica etnia quali la consapevolezza di un origine comune, un sistema economico simile e molto altro ancora. Notizie circa i finanziamenti e l'allestimento del Walser Institut di Briga.

Gurin 1955
Gesellschaft zur Förderung des Walserhauses, Gurin,

Relazioni annuali in tedesco e in italiano, contributi sulla cultura e la storia di Bosco Gurin. Numerose illustrazioni di soggetti e temi relativi a Bosco Gurin, realizzati da Hans Tomamichel.

Gutersohn Heinrich 1961
Geographie der Schweiz Bd. II, Bern,

Geografia della Svizzera. Clima e vegetazione. Tipologie di abitazioni ordinate e disposte secondo il paesaggio, infrastrutture relative al traffico, numero degli abitanti dei comuni, turismo.

note: 2 v.; Alpen I. Teil (Wallis, Tessin und Graubünden). Il secondo volume dedicato alle Alpi, prima parte.

Guyan Walter Ulrich 1966
Die alpine Kulturlandschaft, contenuto in Neue Zürcher Zeitung, 1204-1205, Zürich, 1966

Il paesaggio antropizzato alpino. Sui primi abitanti (originari) delle Alpi.

Gysi Paul 1951
Erbbiologische Bestandesaufnahme einer abgelegenen Bündner Walsergemeinde, contenuto in Archiv der Julius-Klaus-Stiftung, 1-2, Zürich, 1951

Conclusioni sulle caratteristiche biologiche ed ereditarie di una comunità walser dei Grigioni. Una suddivisione piuttosto uniforme dei gruppi sanguigni indica un tratto fortemente romanzo. Si riscontra inoltre un’esigua mortalità infantile e una comparsa piuttosto frequente di malattie ereditarie.

Gysling Fritz 1963
Hans Kreis, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, 1963

La redazione della rivista «Wir Walser» ricorda Hans Kreis, ricercatore storico di Zurigo, che a partire dal 1950 ha impegnato energie e talento nello studio della realtà walser. Tra i tanti contributi emersi dalle sue ricerche, la redazione cita in particolare: «Die Walser, ein Stück Siedlungsgeschichte der Zentralschweiz».

Gysling Fritz 1966
Emil Balmer, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 1, Visp, 1966

Scrittore di Berna (1890-1966), visita Alagna nel 1922, durante i suoi soggiorni estivi apprende la lingua walser locale, instaura legami e rapporti con le persone del posto dalle quali riesce a recuperare canti popolari altrimenti destinati all’oblio. Grande talento nell’osservazione, nella cura e tutela del dialetto, nella stesura di racconti popolari e drammatizzazioni. La rivista lo ricorda in particolare per il libro edito nel 1949 «Die Walser im Piemont» e per la sua intensa attività nel studiare la lingua walser di Alagna e le sue particolarità.

Gysling Fritz 1966
Gedenkwort für Emil Balmer, contenuto in Wbrief, 25, 1966

Ricordo di Emil Balmer, scrittore di Berna, (1890-1966).

Hablützel Theodor 1952
Häufung von leichter Oligophrenie in einer stark ingezüchteten Bündner Walsergemeinde, contenuto in Archiv der Julius-Klaus-Stiftung, 27, Zürich, 1952

In una comunità walser dei Grigioni in cui il carattere di consanguineità è piuttosto forte, si constata la presenza di una leggera oligofrenia come una caratteristica ereditaria di tipo recessivo (recessività), accanto alla quale si riscontrano tuttavia delle «predisposizioni genetiche di alto valore».

Haeckler Paul 1952
Volkstum und Sprache im Formazzatal (Pomatt), contenuto in Walliser Nachrichten, 14, Brig,

Cultura popolare e lingua nella Valle Formazza. Descrizione generale della situazione linguistica.

Hägler Karl 1953/1954
Zur Anthropologie der Walser von Vals im Lugnez (Graubünden). Mit einer kurzen sero-anthropologischen Betrachtung, contenuto in Bulletin der Schweizerischen Gesellschaft für Anthropologie und Ethnologie, , 1953/1954

Resoconto di analisi mediche e di ricoveri negli anni 1943-1944.

Hägler Karl 1941
Anthropologische Studie über die Bewohner des Tavetsch, eines alpinen Hochtales im Kanton Graubünden (Schweiz), contenuto in Archiv der Julius-Klaus-Stiftung, 1-2, 1941

Hägler Karl 1954
Sero-anthropologische und genetische Untersuchungen bei Walsern und Romanen des Kantons Graubünden (Frühling 1954), contenuto in Bulletin der Schweizerischen Gesellschaft für Anthropologie und Ethnologie, , 1954

Resoconto di una ricerca.

Hägler Karl 1958
Analyse anthropologique et statistique des Walsers orientaux et des Romanches de l'Oberhalbstein (Grisons, Suisse), contenuto in Archives suisses d'Anthropologie générale, 1-2, 1958

Relazione sull’analisi effettuata nel 1954. Risultati: caratteristiche metriche accertabili tra i Walser e i romanzi; all’interno dei Walser e dei parlanti lingua romanza i sottogruppi etnici e linguistici imparentati presentano a seconda della posizione geografica diverse componenti razziali.

Hardegger Josef Anton 1969
Beiträge zur spätmittelalterlichen Geschichte der Benediktinerabtei Pfäfers, Freiburg,

Pp. 114-116: i Walser nella regione di Pfäfers sono attestati per la prima volta con documenti nel XIV secolo e sono immigrati a Mels già prima del 1300. 5 famiglie walser presero il pascolo alpino di Sardona come feudo ereditario. Posizione giuridica dei Walser nei confronti dell'abbazia (condizioni non vincolanti di enfiteusi e di affitto ereditario).

Häsler Alfred 1984
Minderheiten in der Schweiz. Toleranz auf dem Prüfstand, Zürich, Neue Zürcher Zeitung, pp. 144

Raccolta di saggi riguardanti le minoranze in Svizzera. Considerazioni sulla posizione di una minoranza in una stato democratico, in particolare i walser nei Grigioni, le comunità ebraiche e le zone di parlata romancia.

Heer Jakob C. 1906
Vorarlberg und Liechtenstein. Land und Leute, Feldkirch,

Vorarlberg e Liechtenstein regione e abitanti.

Heer Johann C.
Vorarlberg und Liechtenstein, Land und Leute,

Vorarlberg e Liechtenstein. Territorio e popolazione. Descrizione del Grande Walsertal (La Grande Valle dei Walser) (pag. 185-194) con osservazioni di carattere folcloristico.

note: senza anno e luogo di compilazione.

Heim Andreas 1966
Die kleine Walsersiedlung am Ludescherberg, contenuto in Anzeiger für die Bezirke Bludenz und Montafon, 37-38, Bludenz, 1966

Il piccolo insediamento walser a Ludescherberg. Conflitto con gli abitanti della valle di Ludesch per lo sfruttamento dei pascoli alpini in comune, per il sistema scolastico, economico e le condizioni abitative.

Héraud Guy 1962
La Diaspora Germanique en Haute Italie, contenuto in Europa ethnica, 19, Wien, 1962

Hirsch Ernst 1967
I Walser nell'alta valle del Crevo, contenuto in Rassegna mensile a cura del comune e bollettino statistico, 11, Biella, 1967

Hoffmann-Krayer Eduard 1940
Feste und Bräuche des Schweizervolkes, Zürich,

Diverse testimonianze e documentazioni di carattere folcloristico provenienti dai territori walser della Svizzera.

Hold Otto Paul 1967
Der Walser und sein Lied, contenuto in Davoser Revue, 7-8, Davos, 1967

Hoppeler Robert 1915
Zur Walserfrage, contenuto in Bündner Monatsblatt, , Chur, 1915

Breve panoramica sulla letteratura, obbligo militare (dovere alle armi-Waffenpflicht), influenza dei Walser nei territori d’immigrazione.