Bibliografia

Osella Crevaroli L. 1998
The Queen of the Alps. Girovagando a sud del Monte Rosa, Magenta, Zeisciu, pp. 479

Rccolta di testimonianze di viaggiatori e letterati inglesi relative al Monte Rosa. Ampio apparato fotografico.

Pala Augusto 1970
Macugnager Dialekt, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, Novembre 1970

L'autore presenta due poesie nel dialetto di Macugnaga.

Rigolini Don Pietro 1964
Un "rettore" spazzacamino e i suoi artisti macugnaghesi, contenuto in Il Rosa, 12, Macugnaga, 1964

Rinderer Johann 1904
Fragmente aus dem Volksleben im Großen Walsertal, Bludenz, Konzett Ignaz,

Frammenti tratti dalla vita popolare nel Grande Walsertal. Storielle in dialetto e racconti popolari. Avvenimenti divertenti tratti dalla vita quotidiana vengono raccontati in dialetto sotto forma di dialoghi.

Rizzi Enrico 2003
Al Tag. Poesie di Anna Maria Bacher, contenuto in Le Rive, 1-2, Gravellona Toce, Gennaio-Aprile 2003

note: Con acquarelli di Giuliano Crivelli

Ronco Imelda 1995
Esopo e La Fontaine tradotti in Töitschu di Issime e in Titsch di Formazza, contenuto in Augusta, , 1995

Russ Charles V.J. 1987
Die Verben auf -u in der Mundart von Bosco Gurin und die ahd. -on-Verben, pp. 332-344

Schmid Gabriel 1957
Vom Theaterspielen in Gurin, contenuto in Gesellschaft zur Förderung des Walserhauses Gurin, , Bosco Gurin, 1957

Rappresentazioni teatrali a Bosco Gurin.

Schmid Leo 1966
Urchigi Lüt. Valser Mundartgeschichten in neuem Gewand, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, Novembre 1966

Commento relativo alla nuova edizione di J.J. Jörgers «Urchigi Lüt» con esempi del dialetto di Vals.

Schmid Martin 1936
Die Walserkolonie Rheinwald, contenuto in Davoser Revue, 7, Davos, 1936

Recensione sul testo di: Issler Peter, «Geschichte der Walserkolonie Rheinwald».

Schmid Martin 1983
Us em Underschnitt. Das und ditz, uf Davaasertüütsch erzelld, Chur, Verl. Walservereinigung Graubünden, pp. 71

Volume di raccolta di 20 racconti in dialetto di Davos. Uno sguardo al passato, alle consuetudini e alla vita nelle Alpi.

Schmid Gartmann Martin 1964
Einiges über die Landschaft Davos, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 1, Visp, 1964

Notizie storiche, situazione attuale dell'economia e della cultura, patrimonio walser a Davos, lingua, bibliografia.

Schmid Gartmann Martin 1964
Kleine Walser Chronik aus Graubünden, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 1, Visp, 1964

Nel 1960 viene istituita l'Associazione Walser dei Grigioni (Walser Vereinigung Graubünden), l'impegno per la conservazione del patrimonio walser sfociò nelle «Tagungen von Saas-Fee und Alagna/Rimella», nelle quali si stabilì di realizzare una nuova edizione del testo: «Urchigi Lüt» di J. Jörger, breve presentazione di altri due volumi in dialetto: «ds Eenisch Brattig», «ds Naanisch Schgäffli». Nel Bündner Jahrbuch 1963 vi sono altre poesie in dialetto walser di Christian Caflisch. Breve relazione di una serie di manifestazioni di carattere culturale, svoltesi nel 1962-1963 e promosse dalla Walser Vereinigung Graubünden. Relazione circa le attività svolte dall’Associazione walser dei Grigioni (Walser-Vereinigung Graubünden).

Schmidt Ernst 1963
Vorwort, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, 1963

Linee guida per la rivista «Wir Walser».

Schumacher Henny 1930
Walser Berge und Menschen. Erlebtes aus dem Kleinen Walsertal, Gütersloh,

Montagne e uomini walser. Vissuto del Piccolo Walsertal. Descrizioni e rappresentazioni del paesaggio, gli abitanti nella vita quotidiana e nei momenti di festa, racconti e aneddoti.

note: senza indicazione precisa dell'anno, probabile 1930/1931

Schwarz Artur 1949
Heimatkunde von Vorarlberg, Bregenz, Ruß Eugen,

Introduzione alla geologia del Vorarlberg. Flora e fauna. Insediamenti e paesaggio, il Bodensee e la valle di Laiblach. La valle del Reno, il Valgau, Montafon, il Klostertal, le valle Walser e il Bregenzerwald. Popolazione ed economia: aspetti demografici, crescita, emigrazione, numero di abitanti; professioni, agricoltura, allevamento del bestiame, attività industriali e tessili nel Vorarlberg. Aspetti culturali: usi e costumi, credenze popolari, arte, la casa, il costume, il dialetto, cognomi e microtoponomastica. Ampia panoramica sulla storia del Vorarlberg, dall'epoca della presenza romana, la colonizzazione degli alemanni, il medioevo, l'epoca della Riforma, le quattro signorie, la guerra dei trent'anni, e il XX secolo. Arte e poesia, leggende, favole, proverbi, la poesia in dialetto.

note: opera di 500 pp.

Semadeni Francesco Ottavio 1933
Altes und Neues aus der Geschichte der freien Walser in Rätien, Arosa,

Recensione sulla letteratura walser.

Semadeni Francesco Ottavio 1935
Beiträge zur Walserforschung. Neues Walserdokument, contenuto in Fremdenblatt Arosa, , Arosa, 1935

Estratti e alcuni passi di letteratura con alcune riproduzioni di documenti e di regesti che si riferiscono ai walser nei Grigioni.

Stainer Emilio 2005
Brucha, fuara und g'schmacka van andri zitte - Usanze, rumori e odori di altri tempi, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, 2005

Steub Ludwig 1874
Die Walser und die Walchen, contenuto in Kleinere Schriften, 3, Stuttgart, 1874

I Walser e i Walchen (le popolazioni dell'area romanza o italiana). Posizione critica assunta nei confronti dell’articolo «I Passi alpini e i loro custodi».

Stoffel Johann Rudolf 1948
Das Hochtal Avers, Graubünden. Die höchstgelegene Gemeinde Europas, Zofingen,

Descrizione del paesaggio. Colonizzazione della valle intorno alla metà del XIII secolo ad opera di immigranti provenienti dallo Oberwallis; zona un tempo già abitata dai latini. Storia e storia economica. Parte folcloristica: usi e costumi nel corso dell'anno, nella vita quotidiana. Traduzione di espressioni dialettali. P.92-96 sono dedicate alle Seelenbalken (ovvero le finestre dell'anima). Economia relativa ai pascoli alpini (17 pascoli, uno dei quali appartiene al Comune, mentre i restanti sono di proprietà del Consorzio alpino). Tre racconti in dialetto con un breve Idiotikon (vocabolario della lingua locale).

note: terza edizione, la prima nel 1938.

Subiotto Arrigo 1959
German Linguistic Islands in N. W. Italy., contenuto in Studia Neophilologica, , 1959

Panoramica generale sulla letteratura. Esempi tratti dal vocabolario del dialetto di Issime.

Tercinod G. 1957
Louis Zumstein (De la Pierre) et la poésie dialectale de la Vallée du Lys, Aosta,

Tomamichel Tobias 1970
Was mar min Aana üffzällt hät, contenuto in Gesellschaft zur Förderung des Walserhauses Gurin, , Bosco Gurin, 1970

Racconto nel dialetto tedesco di Bosco Gurin con spiegazione di espressioni dialettali.

Trümpy-Meyer Hans 1955
Schweizerdeutsche Sprache und Literatur im 17. und 18. Jahrhundert, Basel,

P. 49 e sg. il tedesco-walser viene menzionato nel 1646 dall’inglese John Evelyn, nel XVIII secolo da Hans Rud. Schinz e M. Th. Bourrit, Johs v. Müller e Franz Samuel Wild. P. 61 Hans Rud. Schinz riconobbe nel XVIII secolo nella lingua degli abitanti di Bosco Gurin il tedesco vallesano, mentre nel 1812 Pietro Ghiringhelli lo definì come dialetto di Uri. A p. 68 e sg.: ad Ulrich Campell, nato nella Bassa Engadina, dobbiamo essere grati per aver fornito le prime indicazioni sul tedesco dei Grigioni. Egli osservò la lingua degli abitanti di Davos, del Prättigau, dello Schanfigg e di Churwalden e la considerò imparentata con la lingua dello Oberwallis, per cui essi vennero denominati walser e senza alcun dubbio, provenivano anche dal Vallese. Confronto delle lingue dei Grigioni con quelle del Vallese, che lui chiama il tedesco lepontino (Lepontinisch teutsch) così come le definiva Nicolin Sererhard nel 1742. P.70 e sg., 143 sg. ulteriori indicazioni sul tedesco walser nei Grigioni. In «Rheta», Egidius Tschudi definì le lingue dello Oberwallis, del Rheinwald insieme a quella di Bosco Gurin e alle isole linguistiche tedesche nel nord Italia come resti «dei Lepontini della Gallia, che avevano conservato il tedesco antico dei Galli».

note: 36 v.;

Tscheinen Moritz 1872
Walliser Sagen, Sion,

Leggende e storie di carattere popolare del Canton Vallese.

Valär Hans 1955
Dr Türligiiger. Gschichtenä uf Davaasertüütsch, Davos,

Valär Hans 1957
Dr Türligiiger. Gschichtenä uf Davaasertüütsch, Davos,

note: 2. ed.

Vasina Dino 1995
Esopo e La Fontaine tradotti in Töitschu di Issime e in Titsch di Formazza, contenuto in Augusta, , 1995

Vecchio Matteo Mario 2006
Rima nell'arte e nella tradizione. Maria zu lieben zu singen in Rimmu: storia di un lied, pp. 217-223