Bibliografia

Mooser Anton 1915
Ein verschwundenes Bündnerdorf. Die freien Walser auf Stürvis, Vatscherinenberg, Rofels und Guscha, contenuto in Bündner Monatsblatt, , Chur, 1915

Storia del paese walser di Stürvis, nel territorio delle alpi di Maienfeld, dalla prima attestazione documentata nel 1351 sino all’abbandono dell’insediamento nel 1633: con copie e trascrizioni di documenti, disegni relativi agli stemmi e materiale relativo alla storia di alcune famiglie.

Mor C.G. 1932
Statuti della Valsesia del secolo 14. (Valsesia, Borgosesia, Crevola, Quarona), Milano,

Mor C.G. 1933
Carte valsesiane fino al secolo XV conservate negli Archivi pubblici, Torino,

note: Biblioteca della Società Storica Subalpina vol. CXXIV.

Mor C.G. 1960
Un caso di applicazione del diritto vallesano a sud delle Alpi, Bologna,

Moritz Alois 1956
Die Almwirtschaft im Stanzertal. Beiträge zur Wirtschaftsgeschichte und Volkskunde einer Hochgebirgslandschaft Tirols, Innsbruck,

Pp.119-122: l'immigrazione dei Walser contribuì alla nascita e allo sviluppo di alpeggi gestiti sotto forme di tipo consorziale.

note: 137 v., Schlern-Schriften (Schlern-Scritti)

Mortarotti Renzo 1979
I Walser nella Val d'Ossola. Le colonie tedesco-vallesane di Macugnaga, Formazza, Agaro, Salecchio, Ornavasso e Migiandone, Domodossola, Libreria Giovannacci, pp. 390

Ampio saggio di natura descrittiva delle colonie walser nella Val d'Ossola: Ornavasso, Macugnaga, Formazza, Salecchio. Posizione geografica, nascita e sviluppo delle colonie, diritto walser, caratteristiche religiose, cenni linguistici.

Motta E. 1945
Regesti degli Archivi del Grigione Italiano, Poschiavo, Pro Grigioni Italiano,

Motta E. 1945
Regesti degli Archivi della Valle Mesolcina, Poschiavo, Pro Grigioni Italiano,

Müller A. 1852
Urkunden-Regesten des Thales Urseren, contenuto in Geschichtsfreund, , 1852

Documenti e regesti relativi alla valle di Ursern.

Müller Iso 1942
Disentiser Klostergeschichte, Einsiedeln-Köln,

Pp. 121-124: nel XII secolo ha inizio l'emigrazione walser nella valle romanza di Ursern; consegne e tributi al convento di Disentis. Dalla Valle di Ursern ebbe luogo un ulteriore creazione di insediamenti, in particolare nello Obersaxen. Già nel 1213 compaiono nomi walser tra i religiosi di Disentis.

Müller Iso 1950
Der Paßverkehr über Furka-Oberalp um 1200, contenuto in Blätter aus der Walliser Geschichte, , Brig, 1950

Il traffico sul passo del Furka-Oberalp intorno al 1200. Ruolo significativo svolto dai funzionari (ministeriali) di Disentis per quanto riguarda l'immigrazione walser. Grazie a loro aumentò il traffico sul passo; contemporaneamente si verificò un mutamento per quanto riguarda la situazione ecclesiastico-religiosa e politica. Inserimento di documenti del 1203 e del 1213 dal Vallese e del registro stagionale di Ernen come chiarimento e delucidazione dei rapporti tra Disentis e il Vallese.

Muoth Jakob Caspar 1901
Beiträge zur Geschichte des Thales und Gerichtes Safien, contenuto in Bündner Monatsblatt, , Chur, 1901

Contributi circa la storia della valle e del Tribunale di Safien. All'origine Safien era sotto la giurisdizione del monastero di Cazis, più precisamente, del Vescovo di Coira, il quale concesse, in seguito, ai Baroni di Vaz il baliaggio su Safien, più tardi esso passò nelle mani dei Conti di Werdenberg-Sargans, i quali a loro volta vendettero i loro diritti nel 1383 ai Räzüns. Dal Barone Georg von Räzüns ottennero le «dütschen Lüt» (le genti tedesche) di Safien (p.51), nell'anno 1450, la cosiddetta lettera di concessione di libertà (Privilegi). Nella metà del XVII secolo gli abitanti di Safien si riscattarono dai Trivulzio di Misox.

Nigg Theophil 1937
Geschichte der Kirchgemeinde Vättis, Mels,

P. 63: San Martino come chiesa parrocchiale dell'allora comunità walser. P. 68: i Walser come proprietari terrieri e beneficiari di terre in feudo nel territorio di Vasön. P. 92 sg.: cognomi di famiglie.

Ott F. 1864
Altes Thalbuch von Ursern, contenuto in Zeitschrift für schweizerisches Recht (ZSR), , Zürich, 1864

Ottenthal E. 1888
Archiv-Berichte aus Tirol, Wien,

Padoa Schioppa Antonio 1990
Note sulla giurisdizione delle comunità walser in Val d'Ossola, pp. 85-95

Padrutt Christian 1969
Walsertum und Altes Bünden, contenuto in Terra Grischuna, , Chur, 1969

Influenza dei Walser sullo sviluppo culturale-intellettuale e in particolare sull'evoluzione giuridico-statale dell'Antica Alleanza.

Pauser Franz 1939
Völker und Staaten am Montblanc, contenuto in Veröffentlichungen der Hochschule für Politik, 4, Berlin, 1939

Popoli e forme di governo sul Monte Bianco. Con tavole e 19 carte. Situazione geopolitica e geografica del Vallese e delle colonie walser meridionali, confini linguistici, le aree linguistiche nelle Alpi, movimento demografico nel Vallese e relativa situazione linguistica risalente al 1930, problemi di germanizzazione del Vallese, breve compendio di storia intorno all’area del Monte Bianco. Colonizzazione dei Walser nell'area meridionale del Vallese, il mutamento strutturale porta ad un progressivo spopolamento e ad un abbandono degli insediamenti nello spazio alpino. Strade e vie di circolazione nell'aerea alpina occidentale, 36 fotografie relative alle tipologie di insediamento, confine linguistico e tipologie etniche. Bibliografia con 216 titoli.

Perret Franz 1948
Liechtensteinisches Urkundenbuch, Vaduz,

Perret Franz 1955-1970
Bündner Urkundenbuch, Chur,

note: Volumi 1-3. - Vecchia versione

Perret Franz 1961
Urkundenbuch der südlichen Teile des Kantons St. Gallen, Rorschach,

Perrin A. 1879-1881
Le Prieuré de Chamonix, Documents…., Chambery,

Perrin J.C. 1968
Franchises Statuts et Ordonnances des seigneuries de Vallaise et d'Arnad, Aosta,

Pichonnaz Pascal
Zeitschrift für Schweizerisches Recht (ZSR),

La rivista è l'organo di comunicazione principale della Società Svizzera dei Giuristi. Da oltre 150 anni raccoglie saggi, opinioni, contributi di giuristi svizzeri i quali si confrontano sulle problematiche giuridiche della Svizzera ed affrontano tematiche il cui significato va ben oltre quello attuale e contemporaneo. La rivista pubblica saggi d'attualità relativi agli sviluppi fondamentali della legislazione redatti da esperti; quaderni tematici dedicati alle leggi oggetto di revisione; relazioni sulle attività e comunicazioni inerenti l'Associazione dei giuristi svizzeri (Schweizerischer Juristenvereins).

Pieth Friedrich 1945
Bündnergeschichte, Chur,

Storia del Cantone dei Grigioni. P.62-67: immigrazione dei Walser e suo influsso sull'economia, il diritto e la lingua.

Planta Peter Conradin 1892
Geschichte von Graubünden, Bern,

P. 51-55: immigrazione dei Walser. Libertà personali.

note: Terza edizione nel 1913

Poeschel Erwin 1950
Die Kunstdenkmäler des Fürstentums Liechtenstein, contenuto in Die Kunstdenkmäler der Schweiz, , Basel, pp. 141-154

I Monumenti artistici del Principato del Liechtenstein. Pp. 141-154 Triesenberg: introduzione storica, ottima e sintetica. Colonia Walser nel territorio comunale di Triesen del 1300, Cappella di Masescha «prima fondazione della Chiesa dei Walser di Triesenberg» (p.146) intorno al 1300; l'autore presenta sin dall’inizio come secondo Patrono St. Teodoro accanto al tradizionale Santo (Teodulo). Relazioni giuridico-ecclesiastiche nei confronti delle due Parrocchie di Triesen e di Schaan.

Redlich O. 1888
Archiv-Berichte aus Tirol, Wien,

Rennefahrt H. 1945
Die Rechtsquellen des Kantons Bern. 3. Das Stadrecht von Bern, Aarau,

Rieder Alfred 1967
Vals, contenuto in Wir Walser / Halbjahresschrift für Walsertum, 2, Visp, 1967

L'autrice offre una descrizione storica e geografica della località walser di Vals. Considera la situazione attuale e passata delle vie di comunicazione, descrive brevemente il paese citando il museo «Gandahus», ad esso dedicato. Indicazioni bibliografiche su testi che trattano della particolarità linguistica di tale località. Vals è stata oggetto anche di catastrofi naturali, quali valanghe e alluvioni che l'autrice descrive con date ed eventi precisi. Situazione storica e giuridica prima e dopo l'immigrazione dei Walser (avvenuta nel XIV secolo).La religione cattolica degli abitanti di Vals, sistema economico e situazione demografica. Dialetto.